Archivi tag: piatto regionale

Pomodori ripieni…profumi di Calabria!

In Calabria la passata di pomodoro non si acquista al supermercato, perchè quasi tutte le famiglie fanno le conserve durante il mese di Agosto.
Le strade infatti sono piene di venditori ambulanti, per lo più agricoltori, che svegliatosi all’alba per raccogliere i pomodori nel loro orto, esibiscono fieri questi preziosissimi ortaggio, rossi e turgidi, sistemati in delle cassette di legno.

Vi narro questo aneddoto, non perchè oggi sia particolarmente prolissa, ma perchè non ho resistito ed anch’io stamattina ne ho acquistati un pò. Non sto qui a indicarvi la ricetta per una conserva di pomodoro ma dei pomodori ripieni alla calabrese. Non c’è una ricetta che sia identica per tutta la Regione, anzi vi dirò che ognuno la personalizza a secondo dei gusti o degli ingredienti che si hanno in casa…ma il profumo è inconfondibile!!!!

pomodori ripieni calabresi

Ingredienti:
pomodori allungati
pangrattato (meglio se del pancarrè sbriciolato)
sale
provola o altro formaggio filante
salumi (qui scegliete voi 😉 )
aglio
origano
pepe nero
olio

Procedimento
Tagliate la testa del pomodoro e tenete il “coperchietto” da parte. Con uno scavino eliminate la polpa e i semi all’interno, facendo attenzione.

pomodori ripieni

Mettete del sale all’interno e capovolgeteli a testa in giù in modo che perdano l’acqua di vegetazione. Lasciateli così per un paio d’ore.
Condite il pancarrè con l’aglio, un pò di sale, pepe, origano e i salumi tritati. Farcite ciascun pomodoro con il pancarrè e qualche cubetto di formaggio chiudeteli con il coperchietto e uno stuzzicadenti.
Versate un filo d’olio su una padella antiaderente e adagiate i pomodori. A fuoco medio fateli rosolare su ciascun lato avendo cura di non bruciarli. Meglio se usate il coperchio (vi riparerà dagli schizzi e la cottura sarà più uniforme.

Servite tiepidi o freddi.

pomodori ripieni calabria

 

Anellini al forno con melanzane

Ciao a tutti!!!! Facciamo un salto nella splendida Sicilia, e sì, perchè questo formato di pasta è tipico della regione. Ho arricchito il piatto con delle melanzane 😉

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Ingredienti
(per 4 persone)

350g di anellini
400g di passata di pomodoro (valgrì)
400g di passata a pezzetti
1 costa di sedano
1/2 cipolla
1 piccola carota
2 grosse melanzane
scamorza o provola
50g di grana

Procedimento:

Tagliate le melanzane a fette spesse mezzo centimetro e cospargetele con del sale grosso affinchè perdano l’acqua di vegetazione (ci vorrà circa un’oretta)

Nel frattempo prepariamo un battuto di cipolla sottilissima, sedano e carota grattugiata che faremo dorare con un filo d’olio.

Aggiungiamo la passata e i pezzetti di pomodoro e cuociamo per 15min; aggiustare di sale.

Trascorsa l’oretta di riposo prendiamo le melanzane e le friggiamo in olio ben caldo. Poggiamole su carta assorbente e mettiamo da parte.

Lessiamo (a metà cottura) gli anellini e li condiamo con il sugo.

Prendiamo una pirofila e ungiamo il fondo. Versiamo metà degli anellini, spolveriamo con grana grattugiato e copriamo con le melanzane fritte (un bel strato abbondante).
Sopra le melanzane mettiamo la scamorza (o provola) e poi i restanti anellini.

Spolveriamo con abbondante grana e mettiamo in forno per 20min a 180°

Lasciamo intiepidire prima di servire 🙂

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Calamari Ripieni

Si pensa che le ricette di pesce siano sempre troppo complicate da realizzare..ma questa volta non è così. C’è anche la video ricette alla fine del post 😉

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Ingredienti:

5 calamari già puliti (con le teste)
70g olive (verdi e nere)
5 fette di pancarrè macinato
pepe nero
1 fetta spessa di provola ( a cubetti)
olio evo
500g pelati (io valgrì)
prezzemolo
2 spicchi d’aglio
1 cucchiaio di capperi

Procedimento:

Iniziamo a preparare il nostro sughetto facendo rosolare l’aglio e poi versando i pelati. Li rompiamo con un cucchiaio di legno e aggiustiamo di sale  e pepe.

Facciamo cuocere per una decina di minuti con il coperchio, fuoco moderato.

Prepariamo la farcia dei nostri calamari tritando il prezzemolo, le olive e i capperi. Li uniamo al pancarrè e mettiamo un pò d’olio per inumidire l’impasto.

Farciamo i calamari, con l’impasto e la provola a cubetti, facendo attenzione a non romperli e li chiudiamo con uno stuzzicadenti 😉

Tagliamo le teste a pezzetti e li uniamo insieme ai calamari al sugo.

Non vanno cotti molto 8-10 minuti

eccoli! la provola perfettamente al centro 😛

SAMSUNG CAMERA PICTURES SAMSUNG CAMERA PICTURES

Per i più esigenti anche la video ricetta 😉

 

Struffoli di carnevale o pignolata al miele

Deliziose palline ricoperte di miele e confetti colorati…sono questi gli struffoli di carnevale! 🙂
Allegri e colorati
Struffoli è il termine partenopeo, in calabria li chiamiamo pignolata al miele (c’è anche la variante ricoperta al cioccolato o con una glassa bianca)

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Ingredienti:
(per 4 persone)

375g farina
75g burro fuso
2 uova intere
1 bustina di vanillina
65g zucchero
scorza di 1/2arancio e 1/2 limone
un pizzico di bicarbolnato
per la copertura
190g miele millefiori
2 cucchiai rasi di zucchero
2 cucchiai di acqua

Procedimento:

Mescolare tutti gli ingredienti e lavorarli per una decina di minuti fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Tagliarlo a pezzi e fare dei filoncini. Tagliare il filoncino a tocchetti di 1/2cm e dargli la forma di una pallina (la dimensione è a vostra discrezione, secondo i gusti potete fare delle palline più piccole o più grandi)

Procedete così fino ad esaurimento del panetto.

Friggere le palline in olio caldo (170°) fin quando non saranno dorate. Scolatele e poggiatele su carta assorbente.

In una pentola dal fondo spesso versate il miele , lo zucchero, l’acqua. A fuoco basso fate sciogliere il tutto e portate a 121° (se non disponete di un termometro dovrete aspettare il primo bollore) Spegnete e lasciare intiepidire.

Aggiungete le palline al miele e aiutandovi con un cucchiaio di legno giratele. Sistematele su un piatto da portata dandogli la forma a piramide (utilizzate un arancio o limone tagliato a metà per dargli la forma). Decorate con frutta candita (a noi non piace), palline colorate, confettini e tutto ciò che dà colore al piatto.

Devono riposare 8-12ore

SAMSUNG CAMERA PICTURES SAMSUNG CAMERA PICTURES

Susumelle

Il dolcetto di oggi non è proprio di questo periodo, o meglio siamo in largo anticipo.. 🙂 Solitamente lo si prepara durante il periodo natalizio ma poichè mi hanno regalato un vasetto di miele non ho resistito alla tentazione 🙂 e così ecco qui le mie susumelle. Dolcetti speziati ricoperti di cioccolato fondente

Ingredienti:
500g farina
225g miele
20g ammoniaca (o una bustina di lievito per dolci)
1 cucchiaio di chiodi di garofano in polvere
1 e 1/2 cucchiaio di cannella in polvere
170g zucchero (se li preferite più dolci anche 200g)
cioccolato fondente per copertura

Procedimento:
Sciogliere il miele dolcemente con un pò d’acqua. In una ciotola versare la farina, lo zucchero e le spezie. Aggiungere il miele sciolto e amalgamare. Infine riscaldare un pò di latte(3-4 cucchiai) e sciogliere l’ammoniaca. ATTENZIONE perchè farà schiuma, quindi utilizzate una tazza grande. aggiungere al composto l’ammoniaca e amalgamare bene. formare delle palline e schiacciarle con il palmo della mano, in modo da avere uno spessore di circa mezzo centimetro. Sistematele in una teglia ben distanziate perchè cresceranno. Cuocete in forno a 180° per 10-15min (fin quando non si dorano..mi raccomando non troppo cotte!). Appena pronte lasciate raffreddare su una griglia. Spennellare con cioccolato sciolto a bagnomaria.

Maccheroni col ferretto al ragù

La pasta fatta in casa è tutta un’altra cosa 🙂 ci vuole un pò di tempo ma ne vale la pena 🙂 I maccheroni con il ferretto è un classico della cucina calabrese.

difficoltà: ♦♦♦   tempo: 1h + asciugatura

Ingredienti:
(per 3 persone)

per i maccheroni:
300g farina di semola
150g acqua

per il ragù:
1 carota grattugiata
1 costa di sedano grattugiato
1/2 cipolla tritata
500ml passata di pomodoro
300g carne macinata
1 foglia di alloro
olio evo

Procedimento:

per il ragù:
rosolare con un filo d’olio la cipolla, il sedano e la carota. Aggiungere poi la carne. Versare la passata di pomodoro e l’alloro, aggiustare di sale e pepe. Cuocere per 30min fin quando il sugo non diventa bello denso. 

per i maccheroni:
creare un impasto omogeneo con la farina e l’acqua. Lasciare l’impasto riposare 15min circa. Poi fare delle palline piccole, poggiare il ferretto sopra e facendo un pò di pressione spingere in avanti, l’impasto si arrotolerà nel ferretto. Sfilare la pasta dal ferretto. Mettere i maccheroni ad asciugare su un’ampia tovaglia. Deve asciugare almeno 12h.

Lessare i maccheroni in acqua salata per 10-12min. Condirli con il ragù.


Melanzane ripiene (mulingiani chini)

Ecco una ricetta che spopola nel reggino 🙂 le melanzane ripiene! ci sono diverse ricette e tutte molto buone, questa è la versione che voglio proporvi io 😉

difficoltà: ♦♦ tempo: 20min + 30min di cottura piatto regionale: calabria

Ingredienti:
(per 3 persone)

4 melanzane rotonde
100g asiago fresco a dadini
basilico
sale e pepe
2 cucchiai di asiago mezzano grattugiato
pangrattato q.b.
50g di grana grattugiato 

Procedimento:

Tagliare le melanzane a metà, ottenendo delle barchette. Metterle a bollire per circa 15min (il tempo dipende dalla grandezza delle melanzane, non si devono spappolare ma solo ammorbidire per poter asportare la polpa).

Metterle a scolare e intanto preparare il ripieno. In una ciotola mettere il basilico tagliato sottile, il pepe, il sale, il grana grattugiato e l’asiago a dadini.

Quando si saranno raffreddate, utilizzando uno scavino, privare le melanzane della polpa interna creando una cavità. Aggiungere la polpa agli ingredienti che abbiamo messo nella ciotola. L’impasto sarà molto morbido, pertanto daremo la giusta consistenza (quella che utilizziamo per le polpette) aggiungendo del pangrattato.

Mescoliamo bene il nostro impasto e riempiamo le melanzane. Riponiamole in una pirofila imburrata.

Cuociamo in forno per circa 15-20min a 200°. Dovranno fare la crosticina.

Per finire appena sfornate cospargiamole con l’asiago grattugiato.

 

Peperoncini dolci ripieni

Quando ho ospiti a casa preferisco fare un abbondante antipasto di cose casarecce piuttosto che il solito antipastino di sottaceti e simili. Questi peperoncini dolci sono perfetti, sia per dimensione che gusto. E poi mettono anche un pò di colore 🙂

difficoltà: ♦♦  tempo: 15min + 30 cottura in forno  ricetta regionale: calabria

Ingredienti: per 20 peperoncini
20 peperoncini dolci tondi
1 wurstel grande o affettati che preferite
un cucchiaio di concentrato di pomodoro
olio e.v.o
5 fette di pancarré
3 cucchiai di grana
pepe nero
formaggio o mozzarella (io provola)
Procedimento:
Tagliare il cappelletto e ripulire l’altra metà dai semi. Ripetere questa operazione per tutti i peperoncini. Portare a bollore dell’acqua salata e tuffarci i peperoncini con i cappelletti. Dal bollore devono restare 2-3 minuti. Scolarli e lasciare raffreddare. In una ciotola preparare il ripieno: Sbriciolare il pancarré, aggiungere il grana, sale e pepe, il wurstel tritato o tagliato a dadini, il concentrato di pomodoro e un pò d’olio. Amalgamare il tutto. Riempire ciascun peperoncino con un cubetto di formaggio (io di provola) e il nostro ripieno. Su ogni peperoncino mettere un cappelletto. In una teglia da forno mettere un filo d’acqua (il vapore faciliterà la cottura) e i peperoncini ripieni. cospargere con tocchetti di burro e cuocere in forno a 180° per mezz’ora.
Servirli tiepidi o freddi.

Polpette di melanzane

Eccomi qui a proporvi un’altra ricetta di polpette 🙂 Questa volta di melanzane! La ricetta è quella che facciamo noi in Calabria, o meglio a Reggio Calabria (perchè da zona in zona qualcosa cambia : )

difficoltà: ♦♦  tempo: 20min + 1h per perdere l’acqua le melanzane

Ingredienti: (per 20 polpette)
700g di melanzane a cubetti  (io con la buccia le ho fatte)
60g di pecorino grattuggiato
1 uovo
pepe q.b.
foglie di basilico
1 spicchio d’aglio (facoltativo)
125g di pangrattato morbido+75g di pangrattato secco
farina (per impanare)
Procedimento:
Portare a bollore dell’acqua salata (con una fettina sottile di limone, così non anneriscono) e aggiungere le melanzane a cubetti. da quando ricomincia a bollire lasciarle 5min (7min se hanno la buccia). scolarle e mettere un peso sopra (è sufficiente 1ora). Trascorso il tempo necessario per perdere l’acqua metterle in una ciotola e aggiungere tutti gli ingredienti tranne l’uovo (pangrattato, sia morbido che secco, pecorino, basilico a pezzetti, pepe nero e l’aglio qualora si volesse mettere). Impastare fino ad ottenere un bell’impasto. A questo punto aggiungere l’uovo leggermente sbattuto e incorporarlo all’impasto fino a completo assorbimento. Formare delle palline come una noce e schiacciarle leggermente al centro..passarle nella farina e poi friggerle (temperatura dell’olio 170°, l’olio nonn deve essere eccessivamente caldo altrimenti si anneriscono subito esternamente e dentro restano crude) Scolarle e mangiarle tiepide. fuori saranno croccanti (anche quando saranno fredde) e dentro morbide ma compatte

Granita siciliana di fichi bianchi

E’ risaputo che la granita siciliana non ha paragoni!!! Bèh io oggi vi voglio proporre una ricetta che si avvicina tantissimo alla vera granita siciliana. Una bontà che non potete immaginare 🙂 La brioche questa volta l’ho comprata ma farò quanto prima anche quella 🙂

difficoltà: ♦  tempo: 20min + 20min gelatiera + 2h freezer  piatto regionale: sicilia

Ingredienti:
1kg di fichi bianchi
200g di zucchero semolato
500ml acqua
succo di 1 limone
5 cucchiai di zucchero+2 cucchiai di acqua
Procedimento:
Mettere in un pentolino 500ml di acqua con lo zucchero (200g) e portare a bollore. Spegnere e lasciare raffreddare. Utilizzando un robot da cucina ridurre in poltiglia i fichi e aggiungere il succo di limone e lo sciroppo precedentemente preparato. In un altro pentolino fare del caramello: mettere i 5 cucchiai di zucchero e farlo sciogliere (prima lo zucchero si cristallizzerà, ma dopo diventerà liquido). Appena lo zucchero è ben sciolto aggiungere 2 cucchiai di acqua BOLLENTE (attenzione agli schizzi!). Ecco pronto il caramello che andrà aggiunto al composto di fichi (il composto di fichi deve essere a temperatura ambiente!!!) Mettere il tutto in frigo almeno per un paio d’ore (io lo lascio tutta la notte). Quando sarà ben freddo versarlo nella gelatiera per 30 minuti e poi 2h nel freezer. A questo punto potrete gustare la vostra granita.. Se non la consumate tutta (e vi assicuro che sarà difficile 😉 ) potrete conservarla nel freezer.